Edizione da ricordare per il Campionato regionale di nuoto agonistico dedicato agli atleti con disabilità intellettivo relazionale. La sfida disputata ieri (domenica 15 maggio) a Cremona è stata un susseguirsi di gare appassionanti, culminate con ben 150 premiazioni. Tutto nel rispetto dei tempi previsti, grazie all’impegno organizzativo dei Delfini Cremona con Fisdir Lombardia.

Alla piscina comunale sono andati a caccia dei titoli circa 100 nuotatori, in rappresentanza di 11 società (qui i risultati). Tra queste ha primeggiato la Polisportiva Bresciana No Frontiere, rispettando i pronostici della vigilia e assicurandosi il 6° Trofeo Delfini. La corazzata presieduta da Nunzio Bicelli è alla nona vittoria consecutiva su nove gare disputate in Trentino, Piemonte, Veneto e Lombardia. Nella graduatoria finale di Cremona, la “No Frontiere” ha preceduto la Phb di Bergamo e i padroni di casa.

Oltre al terzo gradino del podio, il team cremonese ha firmato le due migliori prestazioni individuali: nei 100 rana, Sabrina Chiappa e Paolo Zaffaroni hanno ottenuto i punteggi più alti, conquistando rispettivamente il Memorial Giampietro Bernardi e il Memorial Luigi Ferrari. Da segnalare anche la performance della staffetta 4×50 mista stile del Vharese, che ha siglato il nuovo record italiano.

“Siamo molto soddisfatti di questi risultati, in linea con le aspettative nonostante un paio di assenze importanti – commenta Giuseppe Bresciani, presidente dei Delfini e consigliere nazionale di Fisdir -. Ringrazio tutti gli atleti e le società partecipanti che hanno contribuito al buon esito della manifestazione”.