Non ci saranno brindisi e panettoni come nelle passate edizioni, ma sarà comunque una festa. È tutto pronto a Lumezzane, in provincia di Brescia, per “Nuotabilità – Aspettando Natale”, meeting regionale di nuoto Fisdir, dedicato agli atleti con disabilità intellettivo relazionale. L’evento tornerà domenica (19 dicembre) a distanza di due anni, nel rispetto dei protocolli anti-Covid.

La piscina comunale ospiterà 13 società del territorio che porteranno a competere un totale di 118 ragazzi. 51 di loro si esibiranno in mattinata, dalle ore 10, nelle sfide Promozionali, mentre gli Agonisti saranno 67 e si cimenteranno nel pomeriggio, dalle 14:30. Il club da battere sarà la Polisportiva Bresciana “No Frontiere”, che giocherà quasi in casa, già trionfatrice nel 2019.

Nella prima parte della giornata saranno in acqua anche i 10 nuotatori dell’Albatros, società di casa protagonista pure in cabina di regia. La squadra si presenterà ai nastri di partenza al gran completo. “L’obiettivo dei nostri atleti? Ritrovare la competizione, gli amici degli altri team e quella socialità persa nei mesi peggiori della pandemia” svela Luigi Rastelli, responsabile organizzativo della kermesse.

I ragazzi – prosegue Rastelli – tenevano molto a esibirsi davanti ai propri cari e purtroppo questo non sarà possibile, perché il meeting si svolgerà a porte chiuse, ma sono comunque felicissimi di tornare a gareggiare”. Infatti, è passato oltre un anno dall’ultimo appuntamento regionale, andato in scena a Gussago nel settembre del 2020. La speranza è di non doversi più fermare e di poter recuperare pian piano la normalità perduta. Brindisi natalizi e panettoni compresi.