FISDIR LOMBARDIA

In volata e con un pizzico di fortuna, la Polisportiva Bresciana No Frontiere ha scritto il suo nome per la terza volta consecutiva nell’albo d’oro del Memorial Mirko. Il Meeting regionale di nuoto per atleti con disabilità intellettivo relazionale organizzato proprio dalla Pol. Bresciana è andato in scena ieri (domenica 25 marzo) al Centro Sportivo “Le Gocce” di Gussago.

Ad andare in fuga nella prima parte dell’evento è stata l’Oltretutto ‘97 di Malgrate (Lecco), grazie al proprio settore promozionale. Poi, con lo svolgersi delle sfide riservate agli agonisti e in particolare agli atleti della classe S14, s’è delineato il testa a testa tra i padroni di casa e la PHB di Bergamo. Un duello che s’è risolto all’ultima bracciata, anche grazie alla squalifica di una staffetta orobica. Sul terzo gradino del podio sono saliti i lecchesi.

Tutti i partecipanti e tutte le società presenti sono stati premiati. I riconoscimenti per le migliori prestazioni individuali sono andati a due volti noti del nuoto Fisdir, grandi protagonisti anche in azzurro: la bergamasca Sabrina Chiappa e il comasco dell’Osha Marco Di Silverio.

Il collaudato team organizzatore merita un plauso: nonostante i 200 iscritti, le gare sono terminate alle ore 18.30 come previsto. “Ringraziamo il proprietario dell’impianto, Paolo Carbone, per la disponibilità e il Comune per il supporto”, commenta il direttore tecnico della Polisportiva Bresciana, Albino Marognolli.

Sapevamo che non sarebbe stato facile fare tris – prosegue il d.t. di casa –. Il movimento continua a crescere in quantità e qualità e la PHB è stata una rivale tostissima. Sono stati premiati i nostri numeri: questo risultato è il frutto del grande lavoro di promozione portato avanti negli ultimi anni per allargare la base della nostra squadra, dando la possibilità di nuotare a un numero sempre maggiore di persone con disabilità intellettiva”.

Il “Memorial Mirko” di nuoto abbatte il muro dei 200 iscritti e si prepara così a vivere l’edizione più partecipata di sempre. Domenica (25 marzo) sarà il Centro Sportivo “Le Gocce” di Gussago (BS) a ospitare la pacifica invasione, possibile grazie all’impegno organizzativo della Polisportiva Bresciana No Frontiere e alla disponibilità di Paolo Carbone, titolare della piscina, sempre felice di concedere gli spazi acqua per lo svolgimento dell’evento. Ci sarà anche il Comune al fianco del Memorial, pure quest’anno inserito nel contesto de “L’Ottavo giorno. Gussago città aperta”, settimana di iniziative sportive e culturali legate alla disabilità.

I grandi numeri sono figli di una scelta precisa: alle 17 società partecipanti è stato consentito portare fino a 25 nuotatori ciascuna, senza distinzione tra atleti del settore Promozionale e Agonisti. Le sfide di questi ultimi saranno valide per la Nord Cup, il circuito regionale di Fisdir Lombardia.

La lotta per assicurarsi il trofeo in palio sarà accesissima. In pole position ci sono proprio i padroni di casa della Polisportiva Bresciana: “Dopo i successi nelle ultime due edizioni, puntiamo a fare tris – conferma il direttore tecnico Albino Marognolli -. Schiereremo 24 ragazzi e saremo quasi al completo. Dovremo difenderci soprattutto dalla PHB di Bergamo, dalla Polisportiva Milanese e da un’Osha Asp Como che sta tornando ad altissimi livelli”.

Il ritrovo per i partecipanti è fissato per le ore 12.45, mentre alle 13 scatteranno le operazioni di riscaldamento. Alle 14 il primo start delle gare, che si concluderanno intorno alle 18. A chiusura della kermesse, alle 18.30, le premiazioni finali. Vinca il migliore.

Clicca qui per la locandina.

Clicca qui per la Start List.

49 atleti, 17 nel livello agonistico, 11 nella classe 21 e 21 nel promozionale, 8 società. Questi i numeri dell’edizione 2018 dei campionati nazionali di judo, manifestazione che nel fine settimana prossimo (s4-25 marzo) si terrà a Lessona, in provincia di Biella.

La manifestazione, quarto appuntamento nazionale stagionale per gli atleti della FISDIR, verrà organizzato dalla P.H. Biellese e si terrà nel Palazzetto dello Sport del comune piemontese.

La manifestazione, valida anche come campionato europeo JUDOWN (classe 21), vedrà anche la partecipazione di una delegazione portoghese, composta da 6 atleti, 4 uomini e 2 donne.

Il movimento lombardo sarà rappresentato dalla milanese Martina Tomba, pluricampionessa anche a livello internazionale.

Grande spettacolo nell’impianto comunale “F. Costa” di Montanaso Lombardo, in provincia di Lodi, dove ieri (domenica 18 marzo) è andato in scena il secondo torneo regionale della stagione di tennistavolo.

In cabina di regia, l’Associazione Sportiva Disabili Sport Insieme Lodi Onlus, che ha festeggiato anche per il risultato maturato in campo: a imporsi, infatti, è stato il plurititolato Ionut Galletti, favorito d’obbligo della vigilia.

Alle spalle del padrone di casa si sono piazzati due giocatori della Polha Varese: Luca Franceschini e Roberto Gallina, piazzatisi rispettivamente secondo e terzo.

Nel lodigiano si disputerà anche il terzo e penultimo torneo stagionale: domenica 3 giugno sarà Graffignana a ospitare le sfide.

Sabato (17 marzo) e domenica andrà in scena l’edizione 2018 dei campionati italiani di atletica indoor. Al Palaindoor di Ancona si sfideranno i migliori talenti nelle categorie Open e C21: saranno 101 in totale gli atleti presenti allo start, in rappresentanza di 25 società; 72 gli iscritti nella categoria Open, 29 nella classe 21, riservata agli atleti con sindrome di Down.

L’evento sarà visibile in diretta dal canale Facebook ufficiale della FISDIR. Un altro grande appuntamento da non perdere!

Molti i nomi di spicco che parteciperanno alla kermesse marchigiana, a partire proprio dai rappresentanti delle società Anthropos, Disabili Fabriano e Atletica Osimo. La società organizzatrice, l’Anthropos del Presidente Nelio Piermattei, si presenterà ai nastri di partenza con un’autentica corazzata, formata da Raffaele Di Maggio che proprio su quella pista, all’esordio nel 2016, si impose vincendo il titolo mondiale Inas sui 60 metri con uno strabiliante 7’’11; insieme a lui altri due fuoriclasse: Ruud Lorain Koutiki Tsilulu, il primo atleta italiano con disabilità intellettiva e relazionale ad aver preso parte ad una Paralimpiade (Rio 2016) e il fresco campione del mondo Inas Dieng Ndiaga, che lo scorso 3 Marzo ha sbancato Val de Reuil vincendo gli 800 metri indoor in 2’00”16.

Gaetano Schimmenti (Atletica Osimo), atleta anche lui nel giro della Nazionale, cercherà di confermarsi sui 60 metri piani, ai cui blocchi si presenta con un tempo di iscrizione di 7’’56.

La Disabili Fabriano si presenterà in pista con due atleti categoria C21 (sindrome di Down), Luca Mancioli e Manuel Gerini. Lo spinter Mancioli, medaglia d’argento 2015 ai Mondiali IAADS (International Athletic Association for People with Down Syndrome) in Sudafrica, sarà sicuramente una delle stelle della manifestazione. Lo stesso possiamo affermare per Manuel Gerini, attuale record man europeo nel peso (9 m. e 63) e nel disco (28 m. 64).

Oltre ai rappresentanti della regione Marche saranno altri i protagonisti delle kermesse: dai veneti dell’Aspea Padova Mario Alberto Bertolaso e Marta Bidoia nella categoria Open, passando per i compagni di squadra Giulia Pertile, Michele Zugno e Stefano Lucato, con quest’ultimo indiscusso padrone mondiale degli 800 e 1500 marcia nella categoria C21, fino ad arrivare a Nicole Orlando (Società Ginnastica La Marmora) che nel triathlon cercherà di superare il suo stesso record mondiale e dare seguito alle sue performances sportive, non assolutamente scalfite dalle esperienze televisive e dalla grande notorietà acquisita negli ultimi anni. Senza dimenticare gli atleti lombardi e in particolare i rappresentanti della Polisportiva Disabili Valcamonica.

I campionati, che saranno in concomitanza con la rassegna nazionale FISPES, si apriranno alle 14:45 con una cerimonia ufficiale alla presenza del Presidente Federale Marco Borzacchini, del Presidente FISPES Sandrino Porru, del Sindaco di Ancona Valeria Mancinelli, dell’Arcivescovo di Ancona-Osimo Monsignor Angelo Spina e l’esibizione degli Sbandieratori dell’Araba Fenice di Corinaldo.

Montanaso Lombardo (LO) ospiterà domenica (18 marzo) il secondo torneo regionale della stagione di tennistavolo, grazie all’impegno organizzativo dell’Associazione Sportiva Disabili Sport Insieme Lodi ONLUS.

La prima giornata si è svolta il 12 novembre a Vizzolo Predabissi (MI). Seguiranno altre due tappe: a Graffignana il 3 giugno (in attesa di approvazione) e la finale di Como del 10 giugno.

All’appuntamento di domenica parteciperanno 7 atleti di 2 società (Lodi e Varese): c’è stata qualche defezione, sia per motivi di salute, sia per la concomitanza di altri eventi sportivi.

Oltre al torneo regionale FISDIR, nel corso della giornata si terranno degli allenamenti congiunti di tennistavolo con atleti con disabilità fisica, iscritti alla FITET. In totale gli atleti presenti saranno 21 per 5 società.

Il favorito numero uno sarà il padrone di casa Ionut Galletti, terzo classificato ai campionati nazionali FISDIR di Palermo del 2017 e campione nazionale paralimpico classe T11 ai campionati nazionali FITET di Lignano del 2017. Dovrà difendersi soprattutto dagli assalti dei varesini Franceschini e Gallina e del suo compagno Proteo.

A far da cornice al torneo sarà l’impianto comunale “F. Costa” di Via Gramsci, 1. Il Comune e la Pro Loco di Montanaso Lombardo, che collaborano con quest’evento ormai da molti anni, offriranno un pranzo a tutti i partecipanti e accompagnatori ed un kit di gadget come ricordo della manifestazione.

Clicca qui per il volantino con il programma.

Segnaliamo due interessanti iniziative promosse da Giuseppe Borghi, referente regionale di Fisdir per il settore tennis.

È cominciato a gennaio e si concluderà a maggio il progetto Gioco-Tennis, rivolto ai bambini di 5-6 anni della Scuola Materna “Don Bosco” di Cesano Maderno (MB). Si tratta di un’attività integrata nel progetto scuola, con l’obiettivo di far scoprire ai bambini diversi sport e attività ludico-motorie.

Presso la Cooperativa “Il Seme” di Cesano, invece, si sta svolgendo un corso per persone con grado di disabilità medio, che prevede attività psico-motoria legata al tennis. Gli incontri, che sono iniziati a settembre 2017 e termineranno a giugno 2018, hanno frequenza quindicinale e durano un’ora e mezza ciascuno.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare Giuseppe Borghi: 339 4697186; eltinta64@alice.it.