FISDIR LOMBARDIA

Si è chiusa domenica, 26 novembre, la stagione agonistica del Comitato FIC Lombardia schierato al fianco della Canottieri Gavirate per l’organizzazione dei Campionati Lombardi Indoor Rowing. L’evento, ospitato presso la palestra Comunale “La Sportiva” ha visto in gara 28 società bianco verdi e un totale di 387 atleti.

La canottieri Gavirate, prima nel medagliere grazie alla vittoria di quattro titoli regionali, si è anche aggiudicata la classifica finale con la conquista del remoergometro messo in palio dal Comitato FIC Lombardia. Due ori per la Canottieri Eridanea. Un titolo lombardo a testa per Bellagina, Bissolati, Carate Urio, De Bastiani, Garda Salò, Lario, Menaggio, Monate, Tritium e Varese.

Giornata ricca di emozioni, con le regate proiettate sul monitor centrale, e possibilità di seguire le sfide in diretta per tutto il percorso. I Campionati Lombardi Indoor Rowing sono stati davvero un evento per tutti. In gara anche il settore Para Rowing, un nuovo inizio per questa categoria che dalla prossima stagione tornerà a gareggiare anche durante le regate regionali giovanili.

La giornata si è chiusa a pomeriggio inoltrato, con la proclamazione di Gavirate prima nella classifica assoluta.

È pronta a ripartire la Coppa Lombardia di calcio a 5. Il trofeo verrà rimesso in palio a partire da sabato (18 novembre), a Busto Arsizio, in provincia di Varese. A ospitare la prima giornata sarà la palestra dell’Oratorio San Luigi di via Vicinale Longù.

Briantea84, Vharese, Special 1, PepoTeam Cremona. Questi i nomi dei campioni regionali uscenti, rispettivamente nei Livelli Preagonistico, Promozionale, Avviamento e Base.

In cabina di regia non cè più Lorenzo Lanzoni, principale artefice della manifestazione, che ha fatto un passo di lato lasciando ad altri la guida del movimento regionale. I nuovi coordinatori sono Luigi Montalenti e Giuseppe Loglisci.

Clicca qui per il programma della prima giornata.

Clicca qui per il calendario completo della Coppa Lombardia 2017-18.

La Polisportiva Disabili Valcamonica festeggia i suoi 25 anni di vita e lo fa in grande stile. Sabato (18 novembre), al Centro Congressi di Darfo Boario Terme, si svolgerà la cerimonia di premiazione degli atleti, che tanti successi hanno raccolto nel corso della stagione agonistica 2017.

Si celebrerà anche il gemellaggio con la Cooperativa ANFFAS “Monti Sibillini” di San Ginesio (MC) che ha avuto la sua sede distrutta dal terremoto 2016.

Clicca qui per l’invito all’evento.

Sabato 18 ottobre comincerà il torneo integrato Open di calcio a 5 Fisdir-Uisp. A seguito della riunione tenutasi il 28 ottobre a Palazzo CONI (via Piranesi 46 – Milano) e al protocollo d’intesa Fisdir/Uisp, pubblichiamo in allegato a questo articolo la seguente documentazione:
– Relazione riunione
– Iscrizione al Torneo
– Norme di attuazione Campionato italiano
– Regolamento calcio a 5
– Regolamento di gioco calcio a 5
– Calendario Torneo Open 2017
– Distinta giocatori 2-3°livello
– Varianti al regolamento tecnico Calcio Open

Tutte le società dovranno inviare a calcio@fisdir.it, entro il 10 novembre, il file di iscrizione al Torneo compilato e controfirmato. Le società indicate nella gestione delle giornate devono comunicare alla stessa e-mail l’indirizzo del Centro Sportivo/Palestra in cui si svolgeranno le gare. Le società che possono mettere a disposizione ulteriori strutture sono pregate di comunicare la propria disponibilità.

Per ulteriorie informazioni è possibile contattare:
– Giuseppe Loglisci > 339 5030474
– Luigi Montalenti > 342 1000892

Documentazione Torneo integrato Open di calcio a 5 Fisdir-Uisp

Tre giorni intensissimi quelli che 6 ragazzi del Vharese hanno vissuto a Civitanova Marche, da venerdì 3 a domenica 5 novembre. Dal punto di vista sportivo il Campionato italiano societario di bocce è stato tanto bello quanto impegnativo: tutti gli atleti sono stati impegnati ogni giorno con diverse partite.

Al termine dei match, Elena Fusco, Giorgia Indelicato, Daniele Cracco, Gianfranco Boggini, Maurizio Fumagalli e Stefania Capece si sono attestati in quinta posizione nella classifica finale.

I nostri hanno dato il massimo ma… non sempre si può vincere”, commenta il presidente biancorosso Anna Sculli. “Il nostro settore bocce può contare su una trentina di ragazzi. Ai Tricolori della scorsa primavera avevamo ottenuto ottimi risultati, a Civitanova abbiamo voluto dare ad altri atleti la possibilità di confrontarsi in una competizione nazionale. Rientriamo perdenti ma con un piacevolissimo ricordo dell’ospitalità ricevuta dagli organizzatori della società Anthropos e da tutte le altre realtà locali che hanno sostenuto l’evento”.

Da domani, venerdì 3, a domenica 5 novembre, l’Anthropos organizzerà a Civitanova Marche la seconda edizione dei campionati italiani societari di bocce Fisdir. L’edizione 2017 segue il percorso intrapreso lo scorso anno, raccogliendo il testimone da Roma. Appuntamento alla Bocciofila Fontespina.

In totale, in rappresentanza di 6 società, sono 30 gli atleti iscritti alla competizione. Il movimento lombardo sarà rappresentato dal Vharese, che scenderà in campo con 6 ragazzi.

Tra le stelle più splendenti del firmamento di Fisdir c’è senza dubbio Martina Tomba. Un’atleta che merita di essere conosciuta meglio, anche per ciò che fa fuori dal tatami.

Martina ha 29 anni e da 20 si dedica al judo, con successo. Nel suo palmares può vantare la medaglia d’oro conquistata lo scorso anno ai Trisome Games (le Olimpiadi per persone con sindrome di Down) di Firenze, il titolo ottenuto ai Campionati internazionali di Povoa De Varzim nel 2014 e l’argento di pochi giorni fa a Vila Nova de Gaia, sempre in Portogallo. La talentuosa judoka tesserata per la Polisportiva Milanese è anche pluricampionessa italiana, avendo cominciato a vincere nel 2010. In quanto unica esponente del movimento lombardo, s’è sempre allenata assieme ai normodotati, fornendo un bell’esempio di integrazione. Nel 2011 è diventata cintura nera, superando il relativo esame. Non è solo atleta, ma anche istruttrice per bambini.

Brillante è stata pure la sua esperienza nel nuoto. Spiccano i successi tricolori inanellati senza soluzione di continuità tra il 2008 e il 2013. Martina lavora alla Locanda “Alla Mano” di Milano e fa da tutor per i nuovi camerieri. È appassionata di teatro e si esibisce con il Circolo Culturale Giovanile di Porta Romana.

Il sogno nel cassetto è quello di poter aiutare a crescere il judo Fisdir in Italia. “Con le altre società italiane che si dedicano a questa disciplina siamo sempre impegnati sul fronte della promozione – spiega papà Angelo. Lavoriamo per far capire che il judo è uno sport sano e che non ci si fa male, perlomeno non più spesso di quanto capiti praticando altre attività. Finora in Lombardia c’è stata poca risposta. L’augurio è che la Fisdir continui a investire, anche in maggior misura, su sport come il nostro, cosiddetti ‘minori’ ma che regalano enormi soddisfazioni”. Chiedere a Martina per conferma.