FISDIR LOMBARDIA

Il Gruppo Sportivo Dilettantistico di Chiuro e il Comune di Chiuro organizzano il convegno “Viaggio nell’Atletica Paralimpica”, in programma venerdì 10 novembre, alle ore 20.30, presso l’auditorium comunale di Chiuro, con l’intento di far conoscere le opportunità offerte ai giovani con disabilità per praticare attività sportive, in particolare l’atletica leggera.

Dall’Olimpiade di Londra 2012 in poi lo sport paralimpico e soprattutto l’atletica leggera hanno ottenuto un vero e proprio boom mediatico a livello internazionale con notevoli risvolti positivi anche nel nostro Paese; la sua diffusione è avvenuta però in modo disomogeneo poiché molte aree risultano essere ancora scoperte e tra queste la provincia di Sondrio.

“Viaggio nell’Atletica Paralimpica” vuole quindi costituire il punto di partenza di una nuova proposta sportiva nata dalla volontà del Gruppo Sportivo Dilettantistico di Chiuro che dopo tanti anni di attività nell’atletica leggera apre le sue porte anche alle persone con disabilità che si vogliono avvicinare a questo sport. Un impegno nuovo nato dalla consapevolezza che lo sport può essere per tutti, senza frontiere e senza ostacoli e garantire così una opportunità “sportiva” per tanti giovani svantaggiati.

A raccontare lo sport palimpico saranno Mario Poletti, tecnico della nazionale paralimpica FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali), e Angelo Mariotti, tecnico della nazionale paralimpica FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Disabili Intellettivo Relazionali) che spiegheranno quali sono le diverse specialità sportive che si possono praticare a seconda delle disabilità.

Poi Massimo Brambilla, medico primario dell’Unità Spinale dell’Ospedale di Sondalo, farà il punto sugli ausili tecnici che la medicina e la tecnologia sono in grado di offrire oggi.

Sarà compito del campione dell’atletica leggera Oney Tapia (nella foto), argento alle paralimpiadi di Rio 2016 e campione Europeo 2016, raccontare la sua esperienza sportiva e di vita per testimoniare come la disabilità non costituisca un limite ai sogni sportivi. Infine, ospite d’onore della serata, Marco Confortola, che nell’alpinismo estremo ha dato prova di come caparbietà e forza di volontà, nonostante le menomazioni, possano portare a risultati miracolosi così come nel mondo dello sport.

Una serata ed un impegno per vincere le diffidenze all’approccio all’attività sportiva ed allargare la visione ad un concetto nuovo di sport, luogo dove valorizzare tutte le diversità, garantire l’inclusione e la valenza formativa insita nello sport ed offrire una opportunità di accesso alla pratica sportiva.

Clicca qui per la locandina del convegno.

Sabato 11 novembre 2017, a Varese – Sala Montanari ore 9.00/13.00 -, si terrà il Corso di Formazione per docenti, psicomotricisti e operatori del settore “Psicomotricità: inclusione scolastica e sociale”, organizzato dall’Ufficio Scolastico di Varese in collaborazione con la Scuola di Formazione triennale in Psicomotricità di Varese e ANUPI Educazione – con il patrocinio del Comune di Varese, di FISDIR Lombardia e di CIP Lombardia.

Tra i relatori Roberto Soru, conduttore di molti incontri formativi FISDIR, Gabriella Frattini, docente dell’Università Cattolica di Milano, e Linda Casalini, in qualità di referente dell’USR.

Le iscrizioni, devono pervenire agli indirizzi linda.casalini@istruzione.it o psicomotricitarelazione@gmail.com.

Clicca qui per la locandina con il programma.

Missione compiuta per il Memorial “Giulio Soprani”: l’integrazione, fortemente perseguita dagli organizzatori, ha funzionato alla grande. Cavalieri con disabilità intellettivo relazionale, fisica e normodotati hanno gareggiato fianco a fianco nel Meeting di equitazione allestito dall’Agres al Garden Sporting Club di Cislago, in provincia di Varese, nella giornata di ieri (domenica 29 ottobre).

Vecchi e nuovi amici di questa manifestazione hanno partecipato col sorriso, divertendosi – osserva la responsabile Alessandra Cova, raggiante –. Anche sul piano sportivo il concorso è riuscito: i giudici ci hanno confermato il buon esito dell’esperimento”.

Ad aggiudicarsi il Trofeo assoluto è stata la padrona di casa Elisa Plebani, che s’è confermata l’amazzone più preparata. Nel dressage, oltre alla stessa Plebani (tra i paralimpici Fise), si sono imposti Vittorio Grampa (Fisdir), dell’Agres, Sonia Bianchi (normodotati), dell’Equiria e Marco Lozza (invito al paradressage), del Riding Club Casorate. Nella gimkana a squadre integrate hanno trionfato Alfredo Fernandez (Equiria) e Tommaso Cuoghi (Lo Stradello Reggio Emilia).

I ragazzi dell’Agres sono saliti tutti sul podio, chiudendo nel migliore dei modi una stagione intensissima. I cavalieri Fisdir, in particolare, hanno partecipato con successo a cinque concorsi (tre in Lombardia e due fuori regione). In vista della prossima annata, il movimento di casa nostra ha una certezza: l’Agres c’è, in cabina di regia come a cavallo.

(nella foto, Vittorio Grampa festeggia la vittoria)

Al ritorno in piscina dopo la pausa estiva, i nuotatori lombardi di Fisdir sono già velocissimi. L’hanno dimostrato ieri (domenica 29 ottobre) nel 12esimo Trofeo “Città di Seregno”, disputato al Centro Sportivo “La Porada”. La rodata macchina organizzativa guidata dal Nuoto Club Seregno ha messo gli atleti nelle migliori condizioni per esprimersi al meglio e firmare prestazioni che in alcuni casi sono state davvero notevoli.

Il Meeting, valido come prima prova del circuito lombardo Nord Cup, ha visto primeggiare la PHB di Bergamo, davanti a US Volalto e Polisportiva Milanese. Guardando il cronometro, sono state da applausi soprattutto le prestazioni delle 4×100 di Osha Asp Como e Polisportiva Milanese. A livello individuale, invece, hanno impressionato in particolar modo Paolo Zaffaroni (PHB) e Maria Bresciani (Delfini Cremona).

Il club di casa, presieduto da Roberto Dell’Orto, ha potuto sorridere per le prove brillanti dei due agonisti Francesca Orsi e Massimiliano Brambilla, vicini ai propri primati personali, ma anche per quanto mostrato da Andrea Barni e Bruno Ambrosi nelle sfide promozionali, affrontate con estremo impegno. Buoni segnali che anticipano l’inserimento in squadra di tre nuove ragazze.

Successo in crescita per la “staffetta arcobaleno(nella foto la formazione del NC Seregno), in cui si sono passati il testimone nuotatori con disabilità e normodotati: ben 12 team si sono esibiti in due batterie. “I tecnici sono scesi in acqua con i propri allievi in un clima di grande entusiasmo – spiega Dell’Orto –. Noi teniamo tantissimo a questa iniziativa, che rappresenta un riuscito esempio di integrazione, e anche le società partecipanti hanno dimostrato di tenerci particolarmente”.

Al termine delle sfide, doppie premiazioni: prima a bordo vasca e poi al vicino palazzetto dove, nell’ambito della giornata dedicata allo sport paralimpico voluta dal Comune, è andato in scena un torneo di basket in carrozzina.

Arrivederci al prossimo anno con la 13esima edizione”, saluta e assicura il presidente Dell’Orto.

Il Memorial “Giulio Soprani” di equitazione corona un sogno: l’integrazione diventa realtà, a tutti gli effetti. L’ottava edizione del Meeting tradizionalmente rivolto ai cavalieri con disabilità intellettivo relazionale (FISDIR) e a quelli con disabilità fisica (FISE) apre le sue porte agli atleti normodotati e fa così l’en plein. La storica ottava edizione andrà in scena domenica al Garden Sporting Club di Cislago, in provincia di Varese. “Il Memorial è nato per abbattere ogni ostacolo all’inclusione – spiega la responsabile Alessandra Cova. Quest’anno il nostro ideale troverà piena applicazione. Speriamo di diventare un modello per altre manifestazioni e per altre società”.

Saranno 40 i partecipanti ai concorsi, in rappresentanza di 5 società. Ci saranno Ronco di Diana, Riding Club Casorate, Equiria e Lo Stradello, oltre ai padroni di casa dell’AGRES. Quest’ultimo team sarà composto da 12 cavalieri, cinque dei quali con disabilità intellettivo relazionale, tutti “medagliati” ai recenti Campionati italiani disputati a Bernalda, in provincia di Matera. Il Trofeo Soprani verrà assegnato alla miglior prestazione in assoluto nel dressage.

Tra gli obiettivi del Meeting c’è anche quello di allargare la base del movimento. Per questo è previsto un circuito preparatorio di avviamento, che vivrà di più fasi. Particolarmente attesa è la gimkana a squadre, in cui uniranno le forze atleti Fisdir, disabili fisici e normodotati.

Il sipario si alzerà alle ore 10 con la cerimonia d’apertura, che sarà caratterizzata dal tradizionale lancio di palloncini in ricordo di Giulio Soprani, persona cara all’Agres. Poi si comincerà con il dressage paralimpico e si proseguirà con gli altri concorsi. Le premiazioni, alle 17.30, chiuderanno una giornata che s’annuncia memorabile.

Clicca qui per la locandina.

La Nord Cup torna a scaldare le piscine lombarde. La nuova edizione del circuito regionale di nuoto dedicato agli atleti con disabilità intellettivo relazionale scatterà domenica (29 ottobre) da Seregno, in provincia di Monza e Brianza. Il 12esimo Trofeo dedicato alla città si svolgerà nel complesso sportivo “La Porada”, in concomitanza con il tradizionale torneo di basket in carrozzina, nell’ambito di una giornata interamente dedicata allo sport paralimpico e organizzata in collaborazione con l’Assessorato allo Sport del Comune.

Il movimento lombardo ha risposto in massa: le iscrizioni parlano di 167 partecipanti, tesserati per 14 società. Tra queste ci sarà anche il Nuoto Club Seregno padrone di casa, protagonista in cabina di regia e in vasca, con i suoi 4 atleti: Andrea Barni e Bruno Ambrosi prenderanno parte alle gare promozionali, in programma dalle ore 9.15, mentre Francesca Orsi e Massimiliano Brambilla saranno in acqua dalle 14.15 tra gli agonisti. Il team brianzolo non ha obiettivi di classifica, ma punta a ben figurare. “Francesca e Massimiliano – fa notare il presidente Roberto Dell’Orto, portano sempre in alto il nostro nome, vincendo titoli e medaglie ai Campionati italiani. Proveranno a migliorare i loro primati, superando ancora i propri limiti”. Intanto a Seregno si stanno allenando altre tre ragazze che presto potranno debuttare.

Al termine del Meeting verrà riproposta la “staffetta arcobaleno” che tanto successo aveva riscosso lo scorso anno: insieme, in una 4×50 stile, gareggeranno due nuotatori con disabilità e due normodotati. Un’iniziativa finalizzata a promuovere l’integrazione, concetto molto caro al NC Seregno. A conclusione della giornata si svolgeranno le premiazioni individuali sul piano vasca, poi ci si sposterà nel palazzetto del basket, dove verranno incoronati i club vincitori del Trofeo. “Ringrazio il Comune che ci dà la possibilità di portare avanti quest’evento così apprezzato”, conclude Dell’Orto.

Dopo il grande successo del primo convegno nazionale dei Licei Scientifici Sportivi andato in scena a Montecatini, gli istituti del nostro territorio sono pronti a riunirsi per l’incontro “I Licei sportivi lombardi tra presente e futuro”, organizzato dalla Rete regionale dei LISS.

L’incontro si svolgerà giovedì 26 ottobre, dalle ore 10 alle 13, al Liceo “Torricelli” di Milano, situato in via Ulisse Dini, 4.

Clicca qui per la locandina con il programma.

Terminato a Novara, con il Master Finale, il circuito di tennis 2017 che ha definito i campioni nazionali per questa stagione.

Grande protagonista Antonio Catalano, che si impone nel singolare maschile ai danni di Brignoni; i due, nel doppio, si affermano ai danni della coppia composta da Mottura e Zonta.

Nella classe open femminile Ana Xheka vince il master finale, piegando la resistenza della brava Giulia Sgoifo.

Nella C21 Gabriele Vietti cede lo scettro ad Emanuele Bezzi, vittorioso a Novara e nuovo campione.

Clicca qui per i risultati completi.

Gran successo di partecipazione per il primo convegno nazionale dei Licei Scientifici Sportivi, tenutosi a Montecatini sabato 21 ottobre. Hanno partecipato circa 300 docenti e tutti i coordinatori regionali. Si può dire, insomma, che l’Italia intera era presente.

L’evento è stato organizzato dal Comune di Montecatini, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e l’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, e ha rappresentato l’occasione per fare il punto della situazione dopo 4 anni di attività dei LISS.

Tra i temi di maggior interesse, l’inclusione sportiva e la pratica paralimpica all’interno dei Licei Sportivi. Nell’ambito del convegno, il Ministero dell’Istruzione e Fisdir hanno avviato un percorso sinergico importante.

Il mondo della scuola si sta dimostrando particolarmente attento alla disabilità”, ha commentato Linda Casalini, che è stata relatrice e coordinatrice dell’evento. “Tra le iniziative ideate, la creazione all’interno dei Liss di squadre integrate, che possano gareggiare in competizioni tra i Licei. Questo appuntamento ha rappresentato un bel momento di confronto. Ora bisogna recepire e mettere in atto ciò che è stato detto”.

A Montecatini c’era anche Pierangelo Santelli, presidente del CIP Lombardia. “È davvero valsa la pena di partecipare – ha osservato –, per capire meglio la realtà scolastica, le sue esigenze e ciò che può dare al mondo paralimpico. Auspico un maggior coinvolgimento del CIP in questo mondo”.